Logo Università degli Studi di Milano



 
 

Mitocondri, metabolismo e longevità: nuovi farmaci e nutrizione di precisione (Laboratorio Nisoli)  

Gruppo Nisoli
Descrizione generale
Il laboratorio Nisoli del Dipartimento Biometra studia la fisiopatologia molecolare dei disturbi non trasmissibili, con l’obiettivo di identificare terapie farmacologiche e nutrizionali innovative. In particolare, studiamo il ruolo dei mitocondri nella sindrome metabolica, nell'obesità, nel diabete di tipo 2 e nelle malattie cardiovascolari. Negli ultimi 20 anni, il nostro laboratorio ha fornito importanti contributi al fiorente campo del metabolismo dei nutrienti e dei mitocondri, dimostrando il ruolo del sistema dell’ossido nitrico (NO) come bersaglio di farmaci. Abbiamo dimostrato che questo sistema di regolazione svolge un ruolo essenziale nell'estensione della longevità in buona salute promossa dalla restrizione calorica. L'induzione della mitocondriogenesi nei tessuti metabolicamente attivi, in particolare nel tessuto adiposo, gioca un ruolo fondamentale. Questi risultati di tipo meccanicistico sono stati confermati da diversi gruppi, così come gli approcci proteomici hanno recentemente identificato il tessuto adiposo come organo chiave nell'invecchiamento. Su queste basi, negli ultimi cinque anni, abbiamo creato specifiche miscele di aminoacidi capaci di promuovere la produzione di NO e la mitocondriogenesi. Queste combinazioni promuovono il metabolismo energetico nei soggetti anziani e nei disturbi legati all'età. Abbiamo dimostrato che l'integrazione di aminoacidi con miscele specifiche prolunga la durata della vita dei topi.
Inoltre, abbiamo scoperto che queste formule aminoacidiche possono migliorare il danno mitocondriale in diversi contesti clinici: tra gli altri, la cardiotossicità da farmaci, il danno epatico dipendente dal consumo di alcol e la distrofia muscolare di Duchenne. Al momento, stiamo caratterizzando una nuova strategia nutrizionale in grado di influenzare positivamente le disfunzioni metaboliche - alterazione del metabolismo del glucosio e dei lipidi, deficit dell’omeostasi energetica e modifiche del microbiota intestinale - generalmente osservate nei pazienti obesi e diabetici, oltre che negli anziani. La strategia consiste nel sostituire le componenti proteiche della dieta con miscele di aminoacidi, specificamente disegnate per migliorare il metabolismo energetico nei singoli tessuti e organi. L'obiettivo generale è identificare combinazioni selettive di nutrienti in grado di migliorare singoli disordini metabolici.
 
 
Suddivisione in temi di ricerca più specifici
Bioenergetica mitocondriale; metabolismo dei nutrienti; metabolismo degli aminoacidi; ossido nitrico; meccanismi molecolari dell’invecchiamento; restrizione calorica e digiuno; farmacologia mitocondriale; farmaci anti-obesità, anti-diabetici, cardiovascolari

 

Presenza di strumentazione caratterizzante
Elettrodo di Clark per lo studio del consumo di ossigeno e delle vie metaboliche coinvolte in cellule e tessuti; Biochrom30+ per la determinazione quantitativa e qualitativa degli aminoacidi d'interesse biologico

 

Gruppo di ricerca         
Maurizio Ragni, PhDmaurizio.ragni@unimi.it 
Chiara Ruocco, PhDchiararuocco@gmail.com   
Laura Tedesco, PhDted.laura@libero.it 

 

Contatti dei referenti del gruppo di ricerca
Studio: +39 02 5031 6956
Laboratorio: +39 02 50317116
Email: enzo.nisoli@unimi.it

Ubicazione
Dipartimento di Biotecnologie Mediche e Medicina Traslazionale, sede di via Vanvitelli 32, 20129 Milano; Stanza R016, Edificio 32110, Piano Rialzato.

 

Link

 

 

 

Torna ad inizio pagina